inpassione.it

"It doesn't matter what you do, as soon as you do it with Passion.."
Andrea has not set their biography yet

Apatia

Mio padre mi regalò una stilografica 

ma io non la seppi utilizzare.

Inabissato in una vita apatica

aspetto di essere travolto dalle onde del mare. 


Avvolto da una soffice angoscia

mi lascio condurre verso una dolce fine, 

divorato da una giocosa noia 

mi rinchiudo nella sicura inquietudine. 


Voci e passi, fughe e grida sento attorno a me

l'albatro consapevole del suo destino

osserva dall'alto i suoi assassini.


Io immobile e incatenato da dannose abitudini

consumo la mia esistenza nel vino,

amico delle nostre sofferenze.

Dai un voto:
Leggi tutto
Visualizzazioni: 1958
0 Comments

Follia della salvezza

Sarà un esperimento, un folle esperimento. Voglio distruggere ogni forma ogni regola ogni struttura per poter superare i vincoli della ragione. L'unica possibilità che ho per salvarmi è andare oltre gli schemi tradizionali, anche a costo di addentrarmi in un ambiente inesplorato. Siamo io e te, l'uno di fronte all'altro, io che guardo te mostrare me, sí tu sei la mia immagine, tu sei mia, larappresentazione di ciò che sono dentro; e io ti guardo ti ammiro, mi compiaccio nel vedermi cosí sontuoso. Vedo un leone, si erge sopra una rupe, domina con lo sguardo la savana indeterminata. Sembra orgoglioso di sè, della sua potenza, della sua maestosità: vede tigri rincorrere gazzelle, elefanti muoversi numerosi in gruppo, giraffe rubarsi a vicenda la foglia piú alta dell'albero. Lui è fermo, statico, immobile, il vento gli scosta la criniera, sembra quasi una divinità che osserva dall'Olimpo le creature nel loro continuo affaccendarsi, silenziosa sembra perdersi in questa vista vaga. Forse stanco della veduta, forse della sua condizione, si allontana, si avvicina ad un baobab, chiude gli occhi e si immerge in un profondo riposo. Ritorno in me, mi accorgo di star fissando uno specchio, l'immagine riflessa è ritornata ad assomigliare alla mia controparte esteriore. Quel messaggio, quel leone, che cosa mi avrà voluto dire la mia coscienza? L'immagine iniziale riflessa era una proiezione del mio io, un dipinto della mia condizione interiore, perché allora mi ha lasciato questa visione, cosa devo ancora conoscere di me stesso che mi è celato?

Il mondo esteriore non è che una proiezione del nostro mondo

Dai un voto:
Leggi tutto
Visualizzazioni: 1690
0 Comments

Le ferite dell'amore

"E allora tu credi nell'amore? Pensi veramente che ti sentirai realizzata grazie alle relazioni?" le chiedo quasi con tono di rimprovero. Abbassa lo sguardo per nascondere la timidezza e lascia intravedere un leggero sorriso tra le guance rosate, "Sì.." accenna.

No, non é vero. No può essere così. "Sai, dopo che hai sofferto molto per amore, dopo che hai passato notti a piangere, ecco.. smetti di crederci" ribatto. Scuote il capo e inizia a guardarmi incuriosita, forse con compassione, forse con disprezzo, questo lo puó sapere solo lei. 

Si dondola su se stessa e di colpo balza tra le mie braccia: sento il suo profumo melato, mi ricorda del frutteto dove giocavo da piccolo; sono ipnotizzato, lei é qui stretta a me, ma io no, sono chissà dove, tormentato dalle sue parole, mentre rivivo tutte le sofferenze da lei tanto amate.

Dai un voto:
Leggi tutto
Visualizzazioni: 1888
0 Comments